Medicina del Lavoro


Medicina del lavoro

La medicina del lavoro è quella branca della medicina che si occupa della Prevenzione, Diagnosi e Cura delle malattie causate dalle attività lavorative. E’ oramai accertato che continue esposizioni ad agenti chimici e fisici come le radiazioni, oppure sostanze volatili di variabile tossicità intrinseca, possono determinare importanti conseguenze per la salute umana.

Rientrano in questa branca anche gli esami inerenti gli accertamenti di assenza di tossicodipendenza nei luoghi di lavoro (Provvedimento 18/09/2008 recepito con Deliberazione GRT n. 868 del 27/10/2008)

Cosa prevede la legge

Il decreto legislativo n. 81 del 2008, in vigore dal 15 Maggio 2008, prevede l’applicazione delle norme prevenzionistiche a tutti gli ambienti di lavoro pubblici e privati, a tutte le tipologie di rischio e a tutti i lavoratori, subordinati e autonomi, nonché ai soggetti ad essi equiparati. La normativa vigente prevede l’intervento, nei luoghi di lavoro, di figure professionali addette alla gestione della prevenzione tra cui quella del medico competente, che deve possedere requisiti formativi e professionali specifici.
La nomina del medico competente è obbligatoriamente prevista in tutte le aziende pubbliche o private dove sono presenti rischi o lavorazioni per le quali vige l’obbligo della sorveglianza sanitaria dei lavoratori, indipendentemente dal numero degli addetti.

Sorveglianza sanitaria: comprende la stesura di protocolli sanitari, l’effettuazione di visite mediche con formulazione dei giudizi di idoneità alla mansione specifica, esami strumentali, esami di laboratorio (tramite laboratori specialistici), l’istituzione ed aggiornamento delle cartelle sanitarie e di rischio, la gestione della documentazione sanitaria dei lavoratori.

La raccolta dei campioni e/o prelievi ematici si effettua su appuntamento. Fornitura gratuita dei contenitori per la raccolta delle urine.